2 pensieri riguardo “Esito dell’ultimo spermiogramma

  • 20 giugno 2016 in 11:22
    Permalink

    Gentile Signora, è assolutamente comprensibile sentirsi così come lei si descrive in questo momento perché non è facile vivere il percorso dell’infertilità specialmente quando non ci si sente ascoltati e capiti. Infatti la disponibilità all’ascolto da parte del medico è fondamentale per instaurare quel clima di fiducia che consente poi di andare avanti nella diagnosi e nella terapia.
    In particolare non ho capito se lui ha fatto qualche terapia andrologica per cercare di migliorare la motilità degli spermatozoi. Il test delle frammentazioni del DNA negli spermatozoi è utile e se si trova alterato è possibile predisporre terapie idonee. E’ uno dei test che noi eseguiamo con una certa frequenza ma andrebbe spiegato nel dettaglio quando si propone.
    Capisco che lei dopo queste disavventure si sia rivolta a Bruxelles ma onestamente non pensi che all’estero si trovi la soluzione di tutti i problemi. Non sempre fuori dall’Italia si è trattati come persone uniche ed irripetibili. Il nostro lavoro come quello di altri centri nazionali è improntato anzitutto a valorizzare l’aspetto umano del rapporto medico-paziente perché la personalizzazione non riguarda solo fare una stimolazione ovarica sulla base delle caratteristiche biologiche della persona. La personalizzazione inizia molto prima ossia dal primo contatto umano con i pazienti che sono persone

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *