Un pensiero riguardo “Diagnosi(PGD) e Screening(PGs) preimpianto

  • 22 giugno 2016 in 11:10
    Permalink

    Gentile Signora, innanzitutto Le dico che la DIAGNOSI PRE IMPIANTO è un’indagine che si effettua su alcune cellule dell’embrione allo stadio di blastocisti ( ottenuto dopo 5 giorni di coltura ) con lo scopo di ricercare e far diagnosi di determinate malattie genetiche. Le patologie genetiche indagate comprendono: Beta-Talassemia, Anemia Falciforme, Emofilia A e B, Distrofia Muscolare di Duchenne-Becker, Distrofia Miotonica, Fibrosi Cistica, Atrofia Muscolare Spinale (SMA) e X-Fragile. Sappia che l’accuratezza di questa indagine è sicuramente superiore a quella dello SCREENING PRE IMPIANTO. Ricorrere alla PGD significa evitare di dover poi effettuare in caso di diagnosi di patologia un aborto terapeutico in un’epoca successiva.
    Di contro si può però dire che l’embrione potrebbe correre dei rischi dato che dovrebbe svilupparsi in sede extracorporea per almeno 5 giorni. Il prodotto del concepimento sarebbe quindi sottoposto ad uno stress maggiore. Per rispondere, infine, alla sua prima domanda sappia che migliore è la qualità dell’embrione maggiori sono le probabilità di impianto indipendentemente dall’esecuzione della PGD il cui obiettivo è, come esposto precedentemente, un altro.
    A tal proposito le consiglio questo articolo: Uso delle blastocisti nella PMA

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *